Festival de la Fiction Française

Festival de la Fiction Francaise

 

 

Secondo Francis Baconla lettura rende un uomo completo, la conversazione lo rende agile di spirito e la scrittura lo rende esatto”. Leggere, conversare e scrivere sono azioni che non è possibile compiere simultaneamente, eppure ci sono occasioni che consentono di attraversare questi tre momenti quasi come se fossero un unicum esperienziale.

Una di queste è il Festival de la Fiction Française, ovvero il Festival della narrativa francese, organizzato dall’Ambasciata di Francia in Italia e dall’Institut français Italia, che a partire dal 26 febbraio e fino al 9 marzo 2013 farà tappa in sedici città italiane: Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Pisa, Roma, Salerno, Torino, Venezia, Verona (qui il calendario dettagliato degli incontri).

Il Festival inaugurerà la sua IV edizione a Roma, il 26 Febbraio, con Amin Maalouf e Michel Le Bris, i primi dei diciannove autori francofoni che gireranno l’Italia e incontreranno i lettori per presentare “dal vivo” la letteratura francese contemporanea.

Tra gli ospiti non solo scrittori affermati come Philippe Claudel, Philippe Djian e Jean-Christophe Rufin, ma anche esordienti come Caroline Lunoir. Scrittori alle prese con la realtà francese come Antoine Laurain, Mathieu Lindon, l’autore per ragazzi Timothée de Fombelle, le autrici Michèle Halberstadt, Stéphanie Hochet, Hélène Lenoir e alcuni scrittori di espressione francese provenienti da altri continenti come Yasmina Khadra, Dany Laferrière, Fouad Laroui e ancora Mathieu Belezi, Mathias Enard e Philippe Vilain.

Il Festival rappresenta non solo l’occasione per incontrare gli autori che hanno dato forma alle pagine dei libri che abbiamo amato, ma soprattutto offre la possibilità di approfondire la conoscenza di una cultura diversa dalla nostra, confrontandosi con coloro i quali hanno deciso di interpretarla attraverso le proprie opere.

Per i lettori “social” segnaliamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti relativi agli incontri sia sulla pagina Facebook sia sul profilo Twitter del Festival. Inoltre, per tutti coloro i quali vogliono partecipare al live twitting degli eventi, l’hashtag scelto è #FeFiFra2013.

Noi di Alcolibri Anonimi lo seguiremo da qui, #sapevatelo.

 

Sono solita riordinare i pensieri tra gli scaffali di una libreria. Venero il “Dio” Gutenberg, sono devota a monsieur Kindle, e sono pronta ad abbracciare qualsiasi nuovo credo riesca a proiettarmi in una realtà fatta di parole e immagini da raccontare. Qualora rischiassi di dimenticarlo, la foto di una barca mi ricorda che “La educación es libertad”. Quoto Pennac e penso che tacere, a volte, oltre ad essere un diritto sia un dovere. Da grande voglio essere una Haijin. Ecco il mio haiku: sono seduta/ invoco lo scapezzo/ mannaggia mondo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*