Supereroi

Siamo tutti in qualche modo attratti dal mondo dei supereroi, quel mondo che permette di avvicinarci ai nostri desideri più nascosti… come volare, diventare invisibili, avere una forza sovraumana, essere immortali.
I fumetti sono, quasi per tutti, il primo approccio da bambini al mondo della lettura e dell’immaginazione, ma c’è chi anche da adulto continua a coltivare la passione per questi uomini dotati di grandi superpoteri. Ma dove finisce il mito e dove comincia l’essere umano.

supereroi-araldica-simbologia-araldica-simbologia-dell-eroismo

Per chi volesse approfondire la consocenza dei supereroi, Ivan Baio ci offre un utilissimo manuale: SupereroiTM. Araldica e simbologia dell’eroismo dai miti classici a Superman e The Authority, edito da Tunué.

Dal mito di Teseo e del Minotauro fino ad arrivare all’universo dei supereroi a noi più cari. Il semidio Thor, l’uomo-pipistrello Batman, il cieco Daredevil, la regina delle amazzoni Wonder Woman, il temibile Hulk, Wolverine ed il suo adamantio, e molti altri ancora… una guida al supereroe brillante ed esplicativa.

“Gli eroi, classicamente individuati come frutto dell’incrocio sensuale fra dèi e uomini, sono fra le figure più importanti dell’epos di tutte le ère. Attraversano i millenni, dal Gilgamesh della mitologia babilonese-assira, passando per il mito greco, quello germanico e arrivando fino ai giorni nostri, incarnati nei supereroi dei fumetti, trasfigurazioni contemporanee di luoghi e archetipi antichissimi. E fra gli archetipi più importanti che raffigurano le incarnazioni dell’eroismo epico vi sono gli stemmi, marchi visivi i quali, partendo da concetti ancestrali quali il labirinto e la freccia, nei secoli si sono trasformati e arricchiti nell’araldica medievale fino a giungere, forse poco riconoscibili ma ancora autentici, ai nostri giorni, in qualità di segni distintivi dei supereroi. Così la S di Superman, il pipistrello di Batman, la saetta di Flash e il ragno di Spider-Man oggi ci dicono molto di più, a livello simbolico, di quanto i loro stessi autori volessero intendere.”

Con questo libro, i supereroi non sono mai stati così vicini.

Io vivo in due mondi paralleli, quello dei libri e quello degli esseri umani. Ed è grazie al primo che sopravvivo al secondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*