Il natale di un booklover

“La stanza da pranzo di Casa Cupiello. Una porta comune in fondo e due laterali: quella i sinistra da in cucina, quella di destra nelle altre stanze dell’appartamento. In fondo a sinistra una credenza sulla quale trionfano tutte le specialità natalizie; non manca la rituale croccante, gli struffoli e la pasta reale.
Al centro, il tavolo da pranzo, ad angolo fra le due pareti, occupa il posto d’onore il presepe ultimato. Il lampadario centrale è addobbato con stelle d’argento e oggettini natalizi. Quattro lunghi festoni di carta velina colorata, partendo dal centro del lampadario raggiungono gli angoli della stanza. E’ sera, le ventuno circa. Si aspettano Ninuccia e Nicolino per fare onore al pranzo della Vigilia e per andare alla rituale messa di mezzanotte. Concetta siede accanto al tavolo, stacca le cime dai rigogliosi broccoli di Natale e le ammassava via via in una grossa insalatiera.”

Così come arriva in casa Cupiello, il Natale arriva anche da noi… in casa Alcolibri Anonimi! Il nostro albero è pronto per accogliere regali librosi e, come l’anno scorso, anche quest’anno giungono i nostri consigli per gli acquisti. Ovviamente non parliamo di cravatte con la renna, né di maglioni a scacchi, né di presine per la cucina… perché per far felice un booklover a Natale servono tre cose: una copertina, pagine scritte e una quarta di copertina.

Natale in casa Cupiello è un classico da regalare a chi ancora non lo conosce… perché non sa che si perde! Un grande Eduardo de Filippo e un libricino piccolo piccolo ma inestimabile. Vale la pena di conoscere il copione della commedia tragicomica natalizia che racconta le disavventure di Luca Cupiello e del suo presepio, di sua moglie Concetta, del figlio Lucariello e degli altri parenti. (Se volete fare un colpaccio, regalate libro e dvd insieme!)

Lenore Per gli amanti delle graphic novel ecco che arriva l’ultima fatica di Roman Dirge finalmente tradotta in italiano da Elliot Edizioni: Lenore ossa frullate. La piccola bimba morta ed i suoi strampalati amici vi faranno sorridere con nuovissime avventure, un po’ comiche e un po’ splatter.
Restando in tema di graphic novel, non dimentichiamo l’ultimo libro del grande fumettista di Rebibbia: Zerocalcare! Nello scenario surreale di una Roma invasa dagli zombie, ecco che arriva Dodici edito dalla Bao publishing.

Tra i libri più belli del 2013 c’è sicuramente Dieci Dicembre di George Saunders edito da Minimum Fax. “Accanto a racconti ambientati in laboratori dove si creano improbabili psicofarmaci, o in sobborghi residenziali dove donne moldave o filippine in abiti bianchi penzolano da fili tesi fra gli alberi come decorazioni, ci sono storie di famiglie comuni la cui normalità è turbata dal ritorno di un figlio dalla guerra o dall’irruzione di un malintenzionato: in tutti i casi, i personaggi si trovano a dover scegliere fra l’egoismo e la compassione, l’orgoglio e il sacrificio.”

alta_definizione Perché regalare Alta Definizione di Adam Wilson? Perché, come dice il New Yorker, “è esilarante e commovente”… e poi perché Isbn edizioni è una delle nostre case editrici preferite. “Eli Schwartz è un perdente. Dopo il diploma rinuncia al college e scivola in un limbo post-adolescenziale fatto di film porno, marijuana e programmi di cucina. All’ombra di una madre depressa e di un fratello fin troppo brillante, Eli passa le giornate a immaginare ricette improbabili e altrettanto improbabili amplessi, commiserandosi per il decadimento fisico e la mancanza di prospettive. Tutto cambia quando incontra Seymour Kahn, ex attore in sedia a rotelle, cinico e Viagra-dipendente: tra lezioni di vita e droghe sintetiche, pallottole e spogliarelliste, coppie lesbiche e cibo bio, Eli scoprirà che trovare se stessi non è poi così difficile.”

Buon Natale alcolibroso a tutti voi.

 

Io vivo in due mondi paralleli, quello dei libri e quello degli esseri umani. Ed è grazie al primo che sopravvivo al secondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*