I Simpson e la filosofia

i simpson filosofia

È possibile che Bart Simpson rappresenti la perfetta incarnazione dell’ideale nichilista di Friedrich Nietzsche? Che il comportamento di Marge sia la realizzazione concreta della classificazione aristotelica delle virtù? Che la mentalità di Springfield sia frutto di un approccio decostruzionista al reale? Secondo William Irwin, Mark T. Conard e Aeon J. Skoble, per capire l’epopea dei Simpson è più utile rivolgersi a Immanuel Kant, Karl Marx e Roland Barthes che non ai sociologi o ai critici televisivi. I saggi contenuti in questo libro offrono una serie di interpretazioni inedite dei personaggi, dei linguaggi e della scorrettezza politica della serie animata più famosa della tv. Gli autori applicano le armi della dialettica alla cultura pop, fondendo il rigore espositivo tipico della filosofia all’ironia di un oggetto di indagine insolito. E danno vita a un libro imperdibile per chi si interessa di questioni filosofiche, ma anche per tutti i fan della «famiglia più importante del mondo», che non smette di far divertire e riflettere milioni di telespettatori“.

Ed ecco che, per la gioia degli amanti del genere, torna in libreria, grazie a Isbn, il libro di filosofia pop I Simpson e la filosofia.

I Simpson e la filosofia getta una sguardo ironico e penetrante, che delizierà gli amanti dei Simpson e della filosofia in egual modo, ai principi della famiglia animata più amata d’America. Ventuno filosofi e studiosi discutono e dibattono sull’assurdo, iper-ironico, e strano mondo di Springfield, la città senza Stato.

Esplorando il pensiero dei filosofi chiave, tra cui Aristotele, Marx, Camus, Sartre, Heidegger, Kant, attraverso le trame degli episodi e le buffonate dei personaggi, gli autori affrontano questioni come l’ironia e il senso della vita, l’anti-intellettualismo americano, e la ribellione esistenziale. Il volume comprende anche una guida agli episodi, e una cronologia dei filosofi che elenca i nomi e le date dei grandi pensatori della storia della filosofia, accompagnati da una citazione rappresentativa di ciascuno.

Partendo da Homer e Aristotele, passando per l’importanza di Maggie, ovvero il valore del silenzio tra Oriente e Occidente, fino ad arrivare ad un marxista (Karl) a Springfield, I Simpson e la filosofia è un libro da non perdere.

Io vivo in due mondi paralleli, quello dei libri e quello degli esseri umani. Ed è grazie al primo che sopravvivo al secondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*