Libri, zucche e fantasmi per Halloween

Halloween, la notte che precede Ognissanti, porta con sé un’atmosfera tutta particolare, ed un simbolismo che affascina, senza ombra di dubbio. Insieme alla zucca da intagliare, è nostra tradizione leggere qualcosa di “oscuro”, o riprendere grandi classici gotici tragicamente dimenticati.

Dracula di Bram Stoker, Mondadori, il papà dei moderni Twilight e compagnia bella. Uno degli ultimi libri gotici. L’insofferenza per il razionale, la creazione del terrore facendo ricorso al sovrannaturale, le forti emozioni legate alla fuga dalla realtà così come la conosciamo. Orrido e sublime gotico.

Anya ed il suo fantasma di Vera Brosgol, Bao Publishing. Una graphic novel eccezionale; l’autrice, Vera Brosgol, ha saputo mischiare vari elementi come l’underground, il moderno cartoon, un po’ di horror (soprattutto nella trasformazione del fantasma Emily) e il tratto pulito dei disegni.

 

La cattedrale dell’Anticristo di Fabio Delizzos, Newton Compton. La Mole Antonelliana, il Museo Egizio, i sotterranei di Torino a far da sfondo all’operare silenzioso di antiche sette esoteriche e di nuove chiese gnostiche.

Mr Mercedes di Stephen King, Mondadori.  “All’alba di un giorno qualsiasi, davanti alla Fiera del Lavoro di una cittadina americana colpita dalla crisi economica, centinaia di giovani, donne, uomini sono in attesa nella speranza di trovare un impiego. Invece, emergendo all’improvviso dalla nebbia, piomba su di loro una rombante Mercedes grigia, che spazza via decine di persone per poi sparire alle prime luci del giorno. Il killer non sarà mai trovato. Un anno dopo William Hodges, un poliziotto da poco in pensione, riceve il beffardo messaggio“.

Cose fragili di Neil Gaiman, Mondadori. Una raccolta di racconti e ballate tra il noir, il gotico e l’inquietante, tutti firmati dalla penna di Neil Gaiman: una sicurezza!

Pinocchio una graphic novel di Winshluss, Comicon Edizioni. Le tavole sono una macabra parodia di personaggi e situazioni di uno dei più grandi classici di tutti i tempi; così, Pinocchio, è un piccolo bimbo robot destinato ad essere venduto, dal “papà”, come macchina da guerra.

Il grande gioco di David Almond, Salani. Almond affronta in questo libro i temi della crescita e dell’adolescenza che non sempre è tutta rose e fiori. Quelli più sensibili ed ombrosi, in questo periodo di transizione, rischiano di perdersi, di percorrere binari oscuri.

Buon Halloween da tutti noi! E che sia una notte davvero terrificante 🙂

Io vivo in due mondi paralleli, quello dei libri e quello degli esseri umani. Ed è grazie al primo che sopravvivo al secondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*