Smilodonte!

Smilodonte di Alberto Corradi si legge tutto d’un fiato, ed è una graphic novel di formazione totalmente atipica. Crescere non sempre è facile, per alcuni è la cosa più difficile del mondo, si tratta quasi di sopravvivenza!

Qualcuno di voi sa cos’è lo “smilodonte“? Ecco, io ad esempio non lo sapevo. Ebbene, citando la graphic novel, “SMILODONTE: per le sue forme, per gli spropositati canini superiori più lunghi di 20 cm, è stato anche chiamato tigre dai denti a sciabola”.
Tutto inizia da qui.. Siamo a casa del piccolo Alberto, un amico gli mostra un dente di cane, che prontamente fa passare per un dente di smilodonte per darsi un tono. Da questo momento in poi, Alberto sarà affascinato ed ossessionato da questa figura imponente dai denti a sciabola, che torna e ritorna nella sua mente, e che lo accompagna nella crescita.

C’è una parte dello Smilodonte davvero bellissima e toccante, dove lo scheletro dell’animale chiede al piccolo Alberto perché desiderasse così tanto un suo dente, e lui, mestamente, risponde: “… l’idea di trovarti, di possedere una parte di te mi faceva provare qualcosa. Qualcosa come i dischi di Goldrake, i robot di Mazinga che non ho, la mia collezione di insetti… che fa schifo, lo so. Qualcosa che mi facesse sentire… meno solo“.

Onirico, visivo, visionario, autobiografico, toccante, crudo. Questo è lo Smilodonte di Alberto Corradi, autore ed illustratore che… tanto di cappello!

Io vivo in due mondi paralleli, quello dei libri e quello degli esseri umani. Ed è grazie al primo che sopravvivo al secondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*