Premio Campiello 2015

Premio Campiello

È sabato 12 settembre il giorno designato per conoscere il vincitore della 53ª edizione del Premio Campiello. Cinque i titoli in lizza per aggiudicarsi il “campiello”, simbolo per eccellenza della vita pubblica veneziana: L’ultimo arrivato di Marco Balzano, edito da Sellerio; Senti le rane di Paolo Colagrande, edizioni Nottetempo; La mappa di Vittorio Giacopini, de Il Saggiatore; Cade la terra di Carmen Pellegrino, della casa editrice Giunti; Il tempo migliore della nostra vita di Antonio Scurati, edito da Bompiani.

Già noto il nome del vincitore del Premio Campiello “Opera Prima”, vinto in questa edizione da Enrico Ianniello – attore oltre che autore, noto per la sua interpretazione del commissario Vincenzo Nappi nella serie TV Un passo dal cielo con Terence Hill –, che si aggiudica il premio con il romanzo d’esordio La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin, edito da Feltrinelli.

Nato nel 1962 per volontà degli industriali del Veneto, il “Campiello” è un premio letterario assegnato a opere di narrativa italiana. «Il Premio Campiello non solo è uno dei più prestigiosi e autorevoli concorsi letterari in Italia, ma è anche un progetto riuscito di dialogo tra impresa e cultura, impegnato a promuovere la lettura su tutto il territorio nazionale, anche tra i più giovani – ha commentato il presidente di Confindustria Veneto, Roberto Zuccato –. Per tali ragioni crediamo che un appuntamento come la finale del Campiello meriti la visibilità della diretta televisiva, soprattutto in un Paese come l’Italia che ha nella cultura il suo principale patrimonio, ma in cui troppo spesso manca il coraggio di promuovere i libri in televisione per questioni di share».

La finale dell’edizione 2015 sarà, infatti, trasmessa per la prima volta in diretta satellitare sul canale 832 di Sky e Tivùsat. La serata sarà condotta da Geppi Cucciari e Neri Marcorè.

Il Premio Campiello 2015 sarà, inoltre, trasmesso in diretta sul digitale terrestre dalle tv del Consorzio Reti Nord Est (Telenuovo, Telechiara, TVA Vicenza e Antennatre, a copertura di tutte le province del Veneto, del Trentino Alto Adige, del Friuli Venezia Giulia e delle province di Mantova e Brescia per la Lombardia, Ferrara per l’Emilia Romagna).

La cerimonia sarà visibile anche in streaming sul sito delle televisioni del Consorzio Reti Nord Est.

 

Sono nata nell'anno dei Mondiali in Spagna, evento che avrebbe segnato per sempre la mia vita, donandomi un'insana e poco femminile passione per il calcio. E per lo sport. Ho iniziato a leggere all'età di sei anni, come accadeva una volta a tutti i bambini nati prima dell'era della virtualità, maturando da subito un'avversione per le letture a comando negli anni di scuola. Il libro è un'esperienza, non un oggetto, e ha bisogno dei suoi tempi: come un corteggiamento o un amore a prima vista, l'attrazione accade quando meno te l'aspetti e mai per imposizione! Vivo di parole scritte e lette, di pensieri nebulosi e sogni che camminano ancorati a terra. Ho imparato a dire le parolacce, mi piace cucinare, adoro mangiare. La musica, come i libri, sono l'ossigeno della mia quotidianità. Amo condividere, tra silenzi necessari e parole che si rincorrono. Elemento di disordine e pazzia nella mia vita: tanti capelli ricci. Quando vedo un film che mi piace, mi capita la stessa cosa che provo quando arrivo alla fine di un buon libro: rallento gli attimi finali e vorrei non finisse mai. Per vivere puntualmente la sensazione di abbandono e malinconia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*