Star Wars dal fumetto al cinema… e ritorno

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana… il genio di George Lucas dava vita alla saga stellare più amata di tutti i tempi. Dal 19 Marzo al 5 Giugno 2016, a pochi mesi dall’uscita di Star Wars: il risveglio della Forza, Wow Spazio Fumetto, il Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano, ospita “Star Wars dal fumetto al cinema… e ritorno”, la mostra-evento che celebra uno degli eventi cinematografici più attesi degli ultimi anni.

Wow Spazio Fumetto

Wow Spazio Fumetto

La mostra, organizzata in collaborazione con l’Associazione Galaxy, La Bettola di Yoda, 501st Legion Italica Garrison e Rebel Legion Italian Base, grazie alla preziosa partecipazione di Panini Comics propone uno straordinario percorso espositivo dedicato alla saga di Star Wars unendo due aspetti fondamentali: la passione dei fans, che hanno prestato oggetti introvabili delle loro collezioni private, e lo straordinario percorso editoriale compiuto dai fumetti parallelamente al cinema, dal 1977 ad oggi.

Ad essere esposte saranno tavole originali di autori italiani e stranieri, albi provenienti da tutto il mondo (dal n. 1 americano a quello italiano, fino agli albi giapponesi e a quelli autografati), gadget rarissimi, manifesti cinematografici, foto di scena, grafiche, statue, accuratissime riproduzioni dei costumi usati per il film, postazioni multimediali, video, diorami in Lego e modellini provenienti dagli archivi del Museo e delle associazioni di fans coinvolte. Un percorso che dimostrerà quanto sia cambiata la grafica non solo dei fumetti, ma anche nelle confezioni dei giochi, dei videogames e nei manifesti cinematografici.

Tra le opere esposte, anche i fotomontaggi dell’architetto Antonio Voto, che ha contribuito all’invasione milanese delle truppe imperiali attraverso il progetto #StarWarsMilano.

Mi sono sempre piaciuti i primi vecchi tre film della saga” spiega l’architetto Voto “E poiché mi occupo di renderings e fotomontaggi, due anni fa, in previsione dell’uscita del film, ho avuto l’idea di ambientare Star Wars a Milano. I fotomontaggi hanno suscitato l’entusiasmo della rete, tant’è che persino siti come repubblica.it e Wired hanno deciso di dedicare uno spazio ai miei lavori”.

Quale tecnica hai utilizzato per la realizzazione delle immagini?

I personaggi e le astronavi sono modelli in 3d liberamente reperibili in rete. Il mio lavoro è consistito nello gestire i materiali, la luce e il cosiddetto compositing dei personaggi nelle foto di Milano che avevo scattato in precedenza”.

Il tuo progetto si colloca tra le opere che saranno esposte in occasione della mostra. Dove e come si incontrano architettura e fumetto?

Il mio lavoro è stato notato dal gruppo Cosplay Italia! che è in contatto sia con la Disney sia con il Museo del fumetto. I miei fotomontaggi saranno esposti nell’anticamera della sala principale della retrospettiva e questo rappresenta per me una grande soddisfazione. Così come lo è stato scoprire che i miei fotomontaggi sono piaciuti anche alla Disney”.

Per tutta la durata della mostra sarà possibile incontrare gli autori e i disegnatori che hanno contribuito a rendere questa saga unica al mondo. Quindi, se siete a Milano, non perdete l’occasione di immergervi nel fantastico mondo di Star Wars, e ricordate… la Forza sia con voi!

Sono solita riordinare i pensieri tra gli scaffali di una libreria. Venero il “Dio” Gutenberg, sono devota a monsieur Kindle, e sono pronta ad abbracciare qualsiasi nuovo credo riesca a proiettarmi in una realtà fatta di parole e immagini da raccontare. Qualora rischiassi di dimenticarlo, la foto di una barca mi ricorda che “La educación es libertad”. Quoto Pennac e penso che tacere, a volte, oltre ad essere un diritto sia un dovere. Da grande voglio essere una Haijin. Ecco il mio haiku: sono seduta/ invoco lo scapezzo/ mannaggia mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*